Home > Meditazioni e Riflessioni

Uno dei danni che ha provocato la falsa dottrina del "non giudicare"

Nella epistola agli Ebrei sta scritto:

«Perché chiunque usa il latte non ha esperienza della parola della giustizia, poiché è bambino; ma il cibo sodo è per uomini fatti; per quelli, cioè, che per via dell’uso hanno i sensi esercitati a discernere il bene e il male.» (Ebrei 5:13-14)

Per discernere il bene dal male bisogna esprimere delle valutazioni, dei giudizi su tutte le cose. Coloro che sono stati abituati a NON GIUDICARE MAI, sono rimasti bambini in Cristo, non avendo i loro sensi spirituali esercitati a discernere il bene dal male, quindi, non sono in grado di attenersi solo al bene e di rigettare il male, sono, dunque, privi di discernimento spirituale.

Questa falsa dottrina del NON GIUDICARE ha prodotto dei credenti privi di discernimento che si prodigavano nel fare il male, anziché attenersi solo al bene. Tale falsa dottrina è molto gradita ai peccatori che non vogliono rinunciare al loro peccato; ma i santi timorati di Dio comprendono che tale dottrina è falsa e la rigettano, perché la loro coscienza, la loro ragione e il loro spirito li spinge a rigettare tale dottrina malvagia, pericolosa e molto dannosa per l’anima di coloro che l’assimilano dentro di loro. È un veleno mortifero, che permette ad ogni altra falsa dottrina di penetrare nella loro vita, in quanto non sono in grado di discernere e tenere lontano da sé tutto ciò che è falso.

Per quanto viene detto nel passo citato sopra, si comprende chiaramente che coloro che non giudicano e non discernono il bene dal male, sono dei bambini in Cristo, non sono maturi, pertanto non sono in grado di portare frutti per il Regno di Dio. Sono dei cuori infruttuosi, soffocati dalle spine, dalla falsità, secondo quanto è specificato da Gesù mediante la parabola del seminatore.

Cari nel Signore, state dunque in guardia, esaminate ogni cosa e ritenete il bene, il bene soltanto, giudicando di continuo cosa sia accettevole al signore e provvedendo a rigettare tutto ciò che è palesemente peccato o abbia anche solo l’apparenza di peccato o di cosa sconveniente.

Fratelli nel Signore, siate savi, conducetevi con timore e tremore verso la Parola del Signore Gesù Cristo, perché questo è accettevole a Dio e, a suo tempo, vi sarà data la ricompensa secondo le vostre opere, oppure vi sarà inflitta la giusta punizione, se non vi sarete attenuti a quanto è scritto nella Bibbia e sarete rimasti bambini in Cristo, infruttuosi, immaturi spiritualmente.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda


Vai ad inizio pagina.