Home > La Buona Guerra > L'ignoranza delle cose di Dio.


Meditazione inviata dal fratello Giacinto Butindaro agli iscritti della mailing list "La Buona guerra".

Se vuoi iscriverti per ricevere tutti gli studi biblici direttamente sul tuo PC tramite il tuo programma di posta elettronica vai alla pagina: Iscrizione alla mailing list





L' ignoranza delle cose di Dio.

Leggi anche altri esempi di insegnamenti, meditazioni e testimonianze della mailing list "La Buona Guerra".



Una delle cose che voi fratelli dovete fuggire è l'ignoranza circa le cose di Dio. Perché non è volontà di Dio che voi ignoriate la sua volontà. Alcune espressioni dell'apostolo Paolo vi faranno capire questo meglio:
- Ai Romani Paolo disse: "Perché, fratelli, non voglio che ignoriate questo mistero, affinché non siate presuntuosi; che cioè, un induramento parziale s'è prodotto in Israele, finché sia entrata la pienezza dei Gentili" (Rom. 11:25).

- Ai Corinzi egli disse: "Perché, fratelli, non voglio che ignoriate che i nostri padri furon tutti sotto la nuvola, e tutti passarono attraverso il mare, e tutti furon battezzati, nella nuvola e nel mare, per esser di Mosè, e tutti mangiarono lo stesso cibo spirituale, e tutti bevvero la stessa bevanda spirituale, perché beveano alla roccia spirituale che li seguiva; e la roccia era Cristo. Ma della maggior parte di loro Iddio non si compiacque, poiché furono atterrati nel deserto" (1 Cor. 10:1-5); ed ancora: "Circa i doni spirituali, fratelli, non voglio che siate nell'ignoranza" (1 Cor. 12:1); e: "Ma io voglio che sappiate che il capo d'ogni uomo è Cristo, che il capo della donna è l'uomo, e che il capo di Cristo è Dio" (1 Cor. 11:3).

- Ai Tessalonicesi egli disse: "Or, fratelli, non vogliamo che siate in ignoranza circa quelli che dormono, affinché non siate contristati come gli altri che non hanno speranza" (1 Tess. 4:13).

- A Timoteo egli disse: "Io ti scrivo queste cose sperando di venir tosto da te; e, se mai tardo, affinché tu sappia come bisogna comportarsi nella casa di Dio, che è la Chiesa dell'Iddio vivente, colonna e base della verità" (1 Tim. 3:14-15).

Come potete vedere l'apostolo Paolo voleva che i santi conoscessero, e non che non conoscessero. Naturalmente egli voleva che i credenti conoscessero non solo quelle cose, ma anche tutte le altre che sono trascritte nelle sue epistole.

Ma non tutti oggi sono d'animo pari a Paolo perché ci sono molti in mezzo alle chiese che non vogliono che i credenti sappiano certe cose; sì, costoro vi faranno sapere che dovete dare la decima o l'8 per mille (cose che si preoccupano di fare sapere al più presto per ovvi motivi), che dovete andare al culto la domenica (cosa giusta e santa), o meglio come essi dicono alla casa di Dio (e così penserete che le quattro mura dove andate è la casa di Dio quando invece la casa di Dio siete voi stessi), che dovete sottostare allo statuto della denominazione (che naturalmente è un documento che si oppone alla Spirito Santo ma che voi forse ancora non sapete), che non dovete quindi avere rapporti con fratelli di altre chiese perché pericolosi (quando il pericolo lo correte voi dando retta a quei discorsi diabolici) ed altre cose; ma su tante cose del consiglio di Dio vi faranno stare nell'ignoranza o cercheranno di spaventarvi per tenervi lungi da certe esperienze da loro definite, con una punta di sarcasmo, 'mistiche'.

E così non sentirete mai parlare di visioni o sogni, di rivelazioni; e quando ne sentirete parlare ne sentirete parlare in una maniera particolare da cui capirete o che non sono importanti oggi o che Dio non è interessato molto a darli oggi come nei tempi antichi o che proprio ha smesso di darli; o vi impauriranno citandovi sempre le false rivelazioni (che naturalmente esistono); dei miracoli e delle guarigioni della Bibbia ne sentirete parlare ma in molti casi saranno allegorizzati per cui capirete che oggi i miracoli e le guarigioni non sono poi così importanti. Del battesimo con lo Spirito Santo poi vi farete l'idea che si tratta di un'esperienza sì biblica, ma non sconvolgente come lo fu per i primi discepoli, per cui basterà che sentiate qualcuno che dice: ho parlato in lingue e vi farete l'idea che è stato battezzato con lo Spirito Santo, quando purtroppo quelle lingue sono il frutto della sua furbizia o della sua ignoranza e basta, perché egli privo di potenza era e privo di potenza è rimasto dopo queste cosiddette lingue.

E che dire della santificazione? Ne sentirete parlare certo, ma nella maniera in cui vogliono loro. 'Niente regole', essi dicono (ma intanto il loro statuto è pieno di regole umane); ed ancora 'santi sì, ma bigotti no' (volendo dire con questo che le 'esagerazioni' non sono ammesse) e tante altre cose. Cosicché vi farete un concetto della santificazione tutto particolare. Quale? Questo; che Dio guarda al cuore e non a come vi vestite e a tante altre 'bazzecole' (guardare la televisione, andare al mare, andare al cinema, andare a ballare, ai parchi di divertimento ecc.).

Per cui potrete continuare ad andare vestiti superbamente e indecentemente come facevate sotto la potestà di Satana, al mare ci continuerete ad andare magari con il vostro pastore cieco, e la televisione la continuerete a guardare come se niente fosse accaduto nella vostra vita, e tante altre cose che sarebbe troppo lungo trascrivere adesso.

Come farete allora a dire che le cose vecchie sono passate e sono diventate nuove? Non potrete, a meno che non vogliate ingannare voi stessi. Ma perché questi 'pastori pentecostali' hanno l'interesse a farvi sapere certe cose e a dirvele con franchezza, ma a non farvi sapere molte altre cose (ammesso che essi le sappiano)? Perché se uno non dà la decima la domenica si scatenano con i loro sermoni basati su Malachia accusando i credenti di derubare Dio, ma se una sorella va al culto con la minigonna o scollata o adornata con gioielli, o truccata, o attillata fanno finta di niente? Perché insistono così tanto sul dare soldi per l'opera di Dio, ma non insistono sul come si devono adornare le sorelle?
perché se si tratta di dire che una certa chiesa non accetta la dottrina del battesimo con lo Spirito Santo lo proclamano con forza, ma non denunciano con forza i falsi battesimi con lo Spirito Santo nel loro mezzo ed anche le false interpretazioni delle lingue fatte passare per profezia ma che non sono altro che invenzioni?

Perché vi dicono con tanta chiarezza e con tanta forza che in un particolare locale di culto non ci dovete andare perché là non insegnano il pieno Vangelo, ma non vi dicono per nulla che al mare non ci dovete andare per non contaminarvi? E potrei proseguire, ma mi fermo qui.

La ragione è che loro queste cose non vogliono farle sapere perché hanno paura che coloro che sentono queste cose si scelgano un'altra comunità dove il pastore queste cose le ammette, e quindi che la 'sua' chiesa si sgonfi a motivo di ciò e perciò anche le offerte diminuiscano e il loro prestigio diminuisca nella denominazione perché chi più anime ha più grande è.

Ma per quanto mi concerne il mio desiderio è che voi queste e tante altre cose che vi vengono nascoste voi le sappiate affinché possiate crescere spiritualmente e consacrarvi a Dio, e farò di tutto con la grazia di Dio per ricordarvele ogni qual volta ne avrò l'occasione. Ma se questo è il mio impegno, il vostro deve essere rivolto nella stessa direzione, cioè voi dovete desiderare di conoscere ardentemente la verità su tutte le cose che concernono il consiglio di Dio e che ci è dato di conoscere. E perciò dovete investigare le Scritture ogni giorno, meditarle, divorarle, assimilarle, domandando a Dio luce su certe cose su cui voi non vedete ancora chiaramente.

Pregate, digiunate fratelli, astenetevi da ogni apparenza di male e vedrete che pian piano scoprirete quello che taluni vogliono tenervi nascosto o che non sanno o non vogliono sapere nella loro ignoranza. Vi scongiuro ogni qual volta vi sembra che c'è qualcosa che non va, a piegare le ginocchia davanti a Dio e a chiedergli sapienza e guida ed Egli vi esaudirà, egli non vi deluderà affatto.

Non vi fate spaventare da niente e nessuno perché io so che il diavolo si scatenerà contro di voi per cercare di dissuadervi da questa ricerca: vi accorgerete allora della spaventosa ignoranza in cui molti fratelli giacciono e prendono piacere a giacere, e come molti non cercano il bene del popolo di Dio ma solo il proprio interesse. E quando otterrete conoscenza su questo o quell'altra cosa fate partecipi della vostra scoperta anche gli altri affinché odano e serviate loro di testimonianza.

La grazia del Signore sia con i santi
Giacinto Butindaro

Vai ad inizio pagina.

L' 8 per mille < Indice della mailing list di "La Buona Guerra" > Contro l' aborto