| Home > Temi caldi > Le lingue >

La promessa di Dio più importante fatta agli uomini, inferiore solo alla salvezza

Sta scritto:

«Poiché per voi è la promessa, e per i vostri figliuoli, e per tutti quelli che son lontani, per quanti il Signore Iddio nostro ne chiamerà.» (Atti 2:39)

Iddio ha battezzato con lo Spirito santo Pietro e tutti gli altri che erano con lui il giorno della pentecoste, e Pietro, dopo aver spiegato a coloro che li hanno uditi parlare in altre lingue che tale esperienza era stata annunziata dal profeta Gioele (2:28), ha annunziato loro la salvezza per mezzo del sacrificio compiuto da Cristo Gesù sulla croce, e dopo che furono compunti nel cuore, Pietro ha ricordato che la promessa del battesimo con lo Spirito santo è stata fatta da Dio ed è per tutti, ricordandolo con le parole del passo sopracitato.

Ora, esaminando nei dettagli tale passo, si possono comprendere le seguenti cose:

1. Pietro ha detto che la promessa è "PER VOI", cioè per i giudei che ascoltavano Pietro in quel momento;

2. Ha detto che la promessa è anche "PER I VOSTRI FIGLIOLI", intendendo con questo che è anche per i figlioli e i discendenti dei giudei;

3. Poi ha detto che tale promessa è "PER TUTTI QUELLI CHE SONO LONTANI", volendo far capire che è anche per i gentili, infatti le parole "erano lontani" si riferiscono ai gentili, secondo quanto ha scritto l'apostolo Paolo agli efesini:

«Ma ora, in Cristo Gesù, VOI CHE GIA' ERAVATE LONTANI, siete stati avvicinati mediante il sangue di Cristo. Poiché è lui ch'è la nostra pace; lui che dei due popoli ne ha fatto un solo ed ha abbattuto il muro di separazione.» (Efesini 2:13,14)

4. Alla fine, Pietro termina di parlare della promessa dello Spirito santo dicendo che essa era anche "PER QUANTI IL SIGNORE IDDIO NE CHIAMERA'", volendo intendere con quelle parole che la promessa del battesimo con lo Spirito santo è valida anche per tutti quelli che sarebbero stati chiamati da Dio alla salvezza in futuro. Quindi, da queste parole si comprende che tale dispensazione dello Spirito santo sparsa nel giorno della pentecoste ai centoventi, sarebbe continuata anche in futuro, essendo che la promessa è ancora valida anche per oggi, e varrà fino al ritorno del Signore nostro Gesù Cristo.

Alla luce di quanto abbiamo detto, fratelli nel Signore, ponete mente alle sacre Scritture e alle promesse di Dio per i santi, e non date retta a coloro che vi dicono che tale promessa non è più per oggi, perché costoro STANNO MENTENDO, parlano da parte del diavolo per stornarvi da una promessa potente di Dio, ma voi non dategli ascolto, anzi, ammoniteli e lasciateli a sè stessi, perché contrastano lo Spirito santo ed è certo che da loro voi non avete nulla da ricevere perché non sono guidati dallo Spirito santo.

Dunque, fratelli nel Signore, pregate per ricevere questo importante dono promesso da Dio, come anche ha esortato il Signore Gesù Cristo con queste parole:

«Se voi dunque, che siete malvagi, sapete dare buoni doni ai vostri figliuoli, quanto più il vostro Padre celeste donerà lo Spirito Santo a coloro che glielo domandano!» (Luca 11:13)

Cari nel Signore, domandate dunque, senza stancarvi, senza venire meno nella fede, e aspettando pazientemente l'adempimento della promessa dell'Iddio vivente e vero, domandate di ricevere il battesimo con lo Spirito santo, con l'evidenza del parlare in altre lingue, perché così il Signore Iddio ha stabilito, e noi tutti ci dobbiamo sottomettere alla Sua volontà.

Che Dio ancora oggi confermi la sua Chiesa con i segni potenti e con la distribuzione dei suoi doni spirituali e i doni di ministerio, perché Egli non è mutato, ma è lo stesso ieri, oggi e in eterno.

Giuseppe Piredda



Vai ad inizio pagina.