| Home > Temi caldi > Le lingue >

Cosa ricevette Cornelio per mezzo della fede in Gesù Cristo?

In modo meraviglioso e potente, Iddio fece in modo che Pietro andasse a casa di Cornelio ad annunziare il messaggio dell'Evangelo a lui e a tutti quelli di casa sua. Questo è ciò che Pietro annunziò loro, secondo quanto riporta Luca nel suo libro dei fatti apostolici:

«E questa è la parola ch’Egli ha diretta ai figliuoli d’Israele, annunziando pace per mezzo di Gesù Cristo. Esso è il Signore di tutti. Voi sapete quello che è avvenuto per tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; vale a dire, la storia di Gesù di Nazaret; come Iddio l’ha unto di Spirito Santo e di potenza; e come egli è andato attorno facendo del bene, e guarendo tutti coloro che erano sotto il dominio del diavolo, perché Iddio era con lui. E noi siam testimoni di tutte le cose ch’egli ha fatte nel paese de’ Giudei e in Gerusalemme; ed essi l’hanno ucciso, appendendolo ad un legno. Esso ha Iddio risuscitato il terzo giorno, e ha fatto sì ch’egli si manifestasse non a tutto il popolo, ma ai testimoni ch’erano prima stati scelti da Dio; cioè a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. Ed egli ci ha comandato di predicare al popolo e di testimoniare ch’egli è quello che da Dio è stato costituito Giudice dei vivi e dei morti. Di lui attestano tutti i profeti che chiunque crede in lui riceve la remission de’ peccati mediante il suo nome.» (Atti 10:36-43).

Quindi, Cornelio e quelli di casa sua, dopo che udirono l'Evangelo di Gesù Cristo, per mezzo della fede in esso credettero ed ottennero il perdono dei loro peccati.

Ma in quel giorno benedetto per loro, non furono soltanto giustificati per mezzo della fede, ma ricevettero anche un’altra grande e potente promessa di Dio, che è il riempimento di Spirito santo, chiamato anche il battesimo con lo Spirito santo, secondo quanto riporta Luca:

«Mentre Pietro parlava così, lo Spirito Santo cadde su tutti coloro che udivano la Parola. E tutti i credenti circoncisi che erano venuti con Pietro, rimasero stupiti che il dono dello Spirito Santo fosse sparso anche sui Gentili; poiché li udivano parlare in altre lingue, e magnificare Iddio» (Atti 10:44-46).

«E come avevo cominciato a parlare, lo Spirito Santo scese su loro, com’era sceso su noi da principio. Mi ricordai allora della parola del Signore, che diceva: ‘Giovanni ha battezzato con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo’» (Atti 11:15-16)

Pertanto, anche Cornelio e quelli di casa sua ricevettero la promessa del Padre ricordata anche da Gesù dopo che risucità e prima di ascendere in cielo e porsi alla destra del Padre:

«E trovandosi con essi, ordinò loro di non dipartirsi da Gerusalemme, ma di aspettarvi il compimento della promessa del Padre, la quale, egli disse, avete udita da me. Poiché Giovanni battezzò sì con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo fra non molti giorni» (Atti 1:4-5)

Il primo adempimento di tale promessa del Padre che si avverò, avvenne il giorno della pentecoste, che Luca ci racconta in questa maniera:

«di subito si fece dal cielo un suono come di vento impetuoso che soffia, ed esso riempì tutta la casa dov’essi sedevano. E apparvero loro delle lingue come di fuoco che si dividevano, e se ne posò una su ciascuno di loro. E tutti furon ripieni dello Spirito Santo, e cominciarono a parlare in altre lingue, secondo che lo Spirito dava loro d’esprimersi» (Atti 2:2-4).

Pertanto, riassumendo i fatti, Cornelio e quelli di casa ricevettero per mezzo della fede, sia la salvezza dell’anima loro, sia il battesimo con lo Spirito santo, che era stato promesso dai profeti (cfr. Gioele 2:28), da Giovanni Battista (cfr. Matt. 3:11), da Gesù Cristo nostro Signore (cfr. Atti 1:4-8) e da Pietro (cfr. Atti 2:39).

Cari nel Signore, pertanto, considerando quanto vi ho esposto in questo breve scritto, sappiate che dovete avere fede e pregare che Iddio vi riempia del suo Spirito santo, per essere ripieni di potenza ed essere maggiormente efficaci nel compiere i servigi nella Chiesa dell’Iddio vivente e vero.

Badate che nessuno vi seduca con vani e manipolatori ragionamenti.

Giuseppe Piredda

 



Vai ad inizio pagina.