Home > Meditazioni e Riflessioni

Dobbiamo essere uno come anche Gesù ed il Padre sono uno

Tra i passi delle Scritture che gli antitrinitariani citano impropriamente senza intenderli, nel tentativo di annullare la dottrina della Trinità, vi è pure questo:

«Io ed il Padre siamo uno.» (Giovanni 10:30)

Vero è che Gesù e il Padre sono uno, nel senso che formano un solo vero Dio, insieme allo Spirito santo, perché sono in una perfetta comunione, ma tali parole non possono essere prese per dimostrare che Gesù ed il Padre SONO UNO, nel senso che ne esiste contemporaneamente solo UNO e basta, perché una tale deduzione non corrisponde a verità. Infatti, in un altro punto delle Scritture, Gesù lo dimostra:

«Io non prego soltanto per questi, ma anche per quelli che credono in me per mezzo della loro parola: che siano tutti uno; che come tu, o Padre, sei in me, ed io sono in te, anch'essi siano in noi: affinché il mondo creda che tu mi hai mandato. E io ho dato loro la gloria che tu hai dato a me, affinché siano uno come noi siamo uno; io in loro, e tu in me; acciocché siano perfetti nell'unità, e affinché il mondo conosca che tu m'hai mandato, e che li ami come hai amato me.» (Giovanni 17:20-23)

Da tale lettura, quindi, comprendiamo che Gesù prega e chiede al Padre che i santi che formano la Chiesa SIANO UNO, COME GESU’ È UNO con il Padre. Questo paragone dell’uguaglianza usato da Gesù ci fa capire che il fatto che Gesù è UNO col Padre, non significa che SIANO UNA SOLA PERSONA, come non è possibile che i credenti POSSANO ESSERE, letteralmente, UNA SOLA PERSONA; piuttosto, tali parole ci fanno comprendere che i credenti devono avere comunione tra di loro in una maniera tale che devono arrivare ad essere PERFETTI nell’UNITA’, proprio come lo sono Gesù Cristo, il Figlio, con il Padre celeste.

Dunque, anche in questo caso, gli antitrinitariani ERRANO GRANDEMENTE, perché non intendono la Parola di Dio, essendo accecati dalle tenebre dell’eresia e della ribellione al Signore, rifiutandosi di riconoscere che nella Bibbia è ben presente e spiegata la dottrina della Trinità, in quanto vengono presentate tre PERSONE DISTINTE l’una dall’altra che formano UN SOLO e vero Dio.

Cari nel Signore, badate che nessuno vi seduca con vani ragionamenti e faccia di voi la sua preda.

Giuseppe Piredda


Vai ad inizio pagina.