Collegamento alla Home Page, logo

Ci sono lupi che sono stati sempre lupi, ma ce ne sono altri che per un tempo sono stati pecore!

Versetto da imparare a memoria, con breve meditazione

Home | Info | Mappa | Versioni Bibliche | Per non dimenticare | Badate come ascoltate | Aggiornamenti | Commenti | Links
Home > Versetti del mese: archivio 2009> Ci sono lupi che sono stati sempre lupi, ma ce ne sono altri che per un tempo sono stati pecore!

Badate a voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, la quale egli ha acquistata col proprio sangue. Io so che dopo la mia partenza entreranno fra voi de' lupi rapaci, i quali non risparmieranno il gregge; e di fra voi stessi sorgeranno uomini che insegneranno cose perverse per trarre i discepoli dietro a sé . Perciò vegliate,...” (Atti 20:28-31)

Vedete, diletti nel Signore, Paolo ha esortato gli anziani e anche tutti i santi a vegliare, cioè a stare svegli spiritualmente, a non addormentarsi e a non dipendere dagli uomini; questo perché Paolo sapeva che la chiesa sarebbe stata attaccata in ogni tempo dai lupi di fuori.

Ma c'è un'altra cosa che Luca riporta delle parole di Paolo attraverso le quali ci vuole comunicare nel passo che stiamo esaminando, cioè che ANCHE IN MEZZO ALLA STESSA CHIESA sarebbero sorti degli anziani che avrebbero insegnato cose perverse, per trarre i discepoli dietro a sé. Sì, fratelli, in mezzo alla chiesa c'erano ai tempi di Paolo, come ci sono pure oggi, degli anziani che hanno insegnato cose perverse per FAR DISTACCARE i santi da Cristo e trarli DIETRO A SE' STESSI.

Quindi, sorge per i santi il problema di dover riconoscere i lupi, quelli che si sono trasformati da pecore in lupi, perché per un tempo sono stati anziani che insegnavano la sana dottrina, ma ad un certo punto hanno incominciato ad insegnare COSE PERVERSE, cose cioè che non sono DIRETTE NEL VERSO GIUSTO, non sono SECONDO LA DIREZIONE INDICATA DALLA PAROLA DI DIO.

Infatti, fratelli, domandatevi come mai tempo addietro veniva insegnato, tanto per fare qualche esempio, che le donne dovevano portare il velo quando pregavano e non potevano assolutamente insegnare; i santi venivano esortati a fare ogni opera buona e caritatevole inverso tutti; che i santi tutti venivano esortati a santificarsi; i divorziati non dovevano risposarsi altrimenti sarebbero caduti nell'adulterio. Oggi, invece, molti anziani insegnano in modo contrario a queste cose che sono scritte nella Parola di Dio, e talvolta sono gli stessi anziani che tempo addietro insegnavano diversamente.
Naturalmente, devono giustificare un tale cambiamento di rotta, e tirano fuori la storiella della maturità spirituale, della rivelazione, e tante e tante altre giustificazioni e sofismi filosofici-umanistici che a coloro che rimangono attaccati alla Parola non convincono, anzi suonano proprio male alle loro orecchie.

Per quanto riguarda le PRESUNTE NUOVE RIVELAZIONI, leggiamo cosa successe ai Tessalonicesi e come Paolo ha dovuto portare rimedio con una lettera:
"Or, fratelli, circa la venuta del Signor nostro Gesù Cristo e il nostro adunamento con lui, vi preghiamo di non lasciarvi così presto travolgere la mente, né turbare sia da ispirazioni, sia da discorsi, sia da qualche epistola data come nostra, quasi che il giorno del Signore fosse imminente." ( 2 Tessalonicesi 2:1,2 )

Vedete, fratelli, Paolo esorta i fratelli di Tessalonica a non farsi TRAVOLGERE LA MENTE, cioé di non farsela mettere sottosopra, e si comprende che per fare ciò i falsi dottori, falsi apostoli e i falsi profeti avrebbero USATO PRESUNTE ISPIRAZIONI, DISCORSI, E ADDIRITTURA EPISTOLE DI PAOLO (ora diremo che fanno dire a Paolo quello che non voleva dire assolutamente). Costoro usano anche il “Greek Bombing” ( bombardamento di lingua greca ), cioè, citano frasi in greco ed ebraico in tali quantità da non far capire nulla ai semplici ascoltatori, che, poveri loro, non conoscono il greco e neppure l'ebraico, e pertanto si sentono spiazzati e non sono in grado di opporre resistenza a quanto viene detto dal pulpito, o nei manuali di dottrina.

Fratelli, siate savi, siate accorti e non fatevi travolgere la mente da discorsi insensati, pieni di sapienza umana e di filosofia, che molti predicatori moderni vi somministrano, ma comportatevi come i bereani, che dopo aver ascoltato Paolo, andavano a casa loro a vedere se le cose che ha detto erano confermate dalle Sacre Scritture.
Vi esorto fratelli, per il bene dell'anima vostra, a studiare la Parola di Dio e stare attaccati ad essa e a non farvi travolgere la vostra mente da discorsi umani che non hanno niente di spirituale. Siate fermi nel rigettare le false dottrine, non dovete avere pietà della menzogna, neppure quando vengono a voi con il viso lucente, e sorridendo vi dicono: “ma fratello io ti amo!”; “fratello non ti fidi del tuo pastore” e altre cose simili, perché è attraverso un dolce e lusinghiero parlare che vi propinano il veleno della falsità e della eresia.

La mia richiesta a Dio per voi è che il Signore della gloria vi apra la mente per intendere la verità e vi protegga da ogni falsità che viene perpetrata dai pulpiti, dalle TV cristiane e da molti manuali di dottrina.

Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda

Vai ad inizio pagina.