Home > Per non dimenticare > Antico e nuovo testamento

«Antico e Nuovo Testamento»

Voglio raccontare questo fatto accadutomi personalmente mentre mi trovavo in Inghilterra nell’anno 1984 che sta a dimostrare come Dio parla alle anime che stanno lontane da lui anche per via di sogni per portarle alla conoscenza della verità.

Ora, io lavoravo alla Christian Literature Crusade (Crociata del Libro Cristiano), precisamente al negozio di Londra che stava dietro la St. Paul Cathedral, nella City della capitale Inglese.

Un giorno, mentre mi trovavo in magazzino, al piano inferiore, fui chiamato per telefono al piano superiore, cioè a quello da cui entravano le persone. In tutto c’erano tre piani, quello superiore appunto in cui c’erano Bibbie, dizionari, commentari, libri di testimonianze, ecc. Questo piano si poteva vedere dalla strada di fuori essendo che c’era una grossa vetrina. Poi c’era un secondo piano inferiore in cui c’erano dischi, audiocassette, materiale per scuole domenicali e altre cose. E in basso c’era il magazzino in cui lavoravo per la maggior parte del tempo.

Ora, non era la prima volta che venivo chiamato su, ma questa volta fu particolare perché fui chiamato perché era entrata una persona italiana, precisamente una ragazza, e dato che in negozio nessuno parlava italiano fui chiamato per parlare io con questa giovane.

Le chiesi cosa volesse, e lei mi disse che stava cercando un romanzo. Al che io gli dissi che quello non era un negozio di libri di questo genere perché si trattava di una Libreria Evangelica in cui si vendevano Bibbie, libri cristiani, ecc. A questo punto lei mi disse che si era sbagliata, perché non pensava affatto di essere entrata in un tale negozio. A lei pareva una libreria qualsiasi. Colsi allora l’occasione per annunciarle la salvezza in Cristo.

Avevo appena cominciato a parlarle, ricordo che le stavo dicendo che la Bibbia è divisa in una parte chiamata Antico Testamento e in un’altra chiamata Nuovo Testamento, quando lei cominciò a gridare, nel senso che cominciò a parlare in maniera eccitata colpita da quello che le avevo appena detto. Non comprendendo che cosa stesse accadendo, la pregai di calmarsi un po’ perché la gente nel negozio si voltava, ecc. La pregai di spiegarmi perché gridava così eccitata.

Ecco quello che mi disse. Mi disse che la notte precedente, o comunque poche notti prima non ricordo bene, aveva avuto un sogno nel quale si trovava in una foresta buia, in un posto circondata da grossi dinosauri e lei aveva paura. Ma al suo fianco in basso vide un libro aperto in due; da una parte c’era scritto ‘Antico Testamento’ e dall’altra ‘Nuovo Testamento’.

Quando mi disse queste cose, compresi subito che Dio aveva parlato a questa giovane ragazza e che se ella era entrata per sbaglio in quel negozio era stato affinché sentisse parlare del Vangelo dalla mia bocca. Dio l’aveva condotta in quel negozio perché la voleva salvare. Glielo dissi subito questo. La invitai dunque al piano inferiore, dove avevamo una piccola stanza dove noi del negozio pregavamo e mangiavamo a pranzo. Là le parlai per un bel po’ di tempo della grazia di Dio, e le raccontai pure la mia testimonianza. Rimase molto contenta perché si avvide che non le avevo parlato di una religione ma di una persona, cioè Gesù Cristo. Ci lasciammo, le promisi un Nuovo Testamento che le mandai dopo qualche tempo con la speranza che lei credesse. Non so che fine ha fatto, ma il mio desiderio e la mia preghiera da allora sono stati sempre che sia salvata.

Ricordo che quando raccontai l’accaduto ai fratelli del negozio, tutti rimasero meravigliati e ciò fu un occasione per glorificare Dio.

A Dio sia la gloria ora e in eterno. Amen.

Giacinto Butindaro

[Dal sito "La Nuova Via", curato dal dottore della Parola di Dio: Giacinto Butindaro]

Vai ad inizio pagina.

Inviaci la tua testimonianza o di altri che ritieni edificante per la chiesa di Cristo Gesù: clicca qui per compilare il modulo e scriverci