Home > Meditazioni e Riflessioni > State veramente camminando con Gesù?

State veramente camminando con Gesù?

«Da questo conosciamo che siamo in lui: chi dice di dimorare in lui, deve, nel modo ch'egli camminò, camminare anch'esso» (1 Giovanni 2:6)

Cari nel Signore, voglio ricordarvi queste parole di Giovanni, perché sono molto importanti.
Purtroppo, ai tempi d’oggi, sono molti quelli che dicono di amare Gesù, che parlano di Gesù, che dicono di affidarsi a Gesù, ma pochi sono quelli che camminano imitando veramente la condotta di Gesù Cristo e ciò che è scritto nella Bibbia.

Numerosi sono coloro che camminano da nemici della croce, oppure vivono assecondando i desideri della propria carne. A costoro l’apostolo Paolo ha scritto queste parole:

«Perché ciò a cui la carne ha l'animo è morte, ma ciò a cui lo spirito ha l'animo, è vita e pace; poiché ciò a cui la carne ha l'animo è inimicizia contro Dio, perché non è sottomesso alla legge di Dio, e neppure può esserlo; e quelli che sono nella carne, non possono piacere a Dio.» (Romani 8:6-8)

Affinché nessuno si illuda e non venga sedotto da sedicenti predicatori che non annunziano tutto il consiglio di Dio, anzi, promuovono il peccato e i piaceri della vita che soffocano lo Spirito santo nei credenti, se uno vuole sapere se sta camminando in modo da dispiacere al Signore, basta che prenda nota e faccia una semplice tabella inserendo dati giornalieri, annotando in essa le ore che dedica ogni giorno alla preghiera e allo studio della Parola, le ore perse inutilmente con attività non edificanti come guardare la TV, leggere riviste mondane, fare chiacchiere inutili con gente del mondo, andare in giro a perdere tempo, giocare a calcetto, etc..

Fate la differenza di quante ore al giorno dedicate alle cose mondane e inutili che non edificano, con quelle che dedicate a studiare la Bibbia e a pregare. Il risultato lo moltiplicate per i giorni di un mese e poi per dodici mesi, così vedrete dal punto di vista matematico, quanto state dedicando alla vostra vita al Signore e quanto ad assecondare i desideri della carne.

Guardando quei dati della vostra tabella, ricordatevi che le attività inutili sono spine nel cuore dei credenti, che soffocano la Parola di Dio e non permettono ai santi di giungere a maturazione spirituale e portare frutto (cfr la parabola del seminatore Luca 8:4 e segg.), rimanendo sempre dei bambini carnali sballottati qua e là da ogni vento che soffia, come succede alle canne al vento.

Cari nel Signore, non vi dovete sentire offesi da queste parole, bensì dovete sentirvi spronati ed esortati a migliorarvi, vedendo in maniera figurativa e matematica quale sia il vostro stato spirituale. Quand’è che avete intenzione di seguire veramente il Signore?

Esaminate voi stessi e correggetevi da soli, per poter dire che state camminando come piace al Signore.

Fratelli nel Signore, vi esorto, per il bene vostro, vi supplico, a non sviarvi nel vostro cuore e a non essere tiepidi spiritualmente, perché non è solo a parole che si deve servire il Signore, ma a fatti e in verità. I santi devono essere facitori della Parola, non solo uditori.

La mia richiesta a Dio per voi è che vi benedica e risvegli la vostra coscienza ed apra i vostri occhi per vedere la realtà della vostra situazione spirituale, affinché vi possiate porre rimedio, quando ancora siete in tempo.

Che Dio benedica tutto il suo popolo.

Giuseppe Piredda


[Compila il modulo e inviaci il tuo commento sull'argomento]

Vai ad inizio pagina.