Collegamento alla Home Page, logo

Lettera aperta a Gilberto Perri, pastore della “chiesa pentecostale Gesù Cristo è il Signore” di Gallico (RC)

Ho voluto porre alla sua attenzione e a quella di tutti i fratelli membri della comunità di Gallico, diversi argomenti che ritengo sia interessante riflettere

Home > Lettere > Lettera aperta a Gilberto Perri

Lettera aperta a Gilberto Perri, pastore della “chiesa pentecostale Gesù Cristo è il Signore” di Gallico (RC)

Pace a te, Gilberto Perri, dopo aver visto il   “VIDEO”   in cui tu, a capo di diversi credenti della tua comunità vi siete incontrati con don Gelmini e i suoi, ho desiderato scriverti una lettera aperta, per domandarti alcune cose su cosa credi, cosa insegni e sulla tua condotta.

Le sacre Scritture dicono: “Non vi mettete con gl'infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v'è egli fra la giustizia e l'iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre? E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v'è di comune tra il fedele e l'infedele? E quale accordo fra il tempio di Dio e gl'idoli? Poiché noi siamo il tempio dell'Iddio vivente, come disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo. Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d'immondo; ed io v'accoglierò, e vi sarò per Padre e voi mi sarete per figliuoli e per figliuole, dice il Signore onnipotente” (2 Corinzi 6:14-18).

Alla luce di quei passi, ho voluto fare le mie rimostranze a Gilberto Perri, con le seguenti domande:

1. Desidero sapere da te, Gilberto Perri, come mai ti sei messo in comunione con la Chiesa Cattolica romana? Hai realmente comunione con i Cattolici romani, tu e tutti i fratelli da te condotti? Tu e don Gelmini comprendete ciò che dicono le sacre Scritture nello stesso modo e siete perciò in comunione spirituale?

2. Come mai, quando hai incontrato don Gelmini ed egli ha detto sulla fede: “… la fede è un modo di vivere, vero?” Tu hai risposto: “giusto!”? (La fede non è una religione come i cattolici intendono, ma la fede è definita dalla Bibbia: (Ebrei 11:1) “Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono.”) Tu, Gilberto Perri, rispondendogli: “giusto”, lo hai confermato nel suo errore. È egli così che si parla e si agisce per amore della verità?

3. Come mai hai rivolto queste parole a don Gelmini: “Abbiamo sentito il bisogno di conoscerla, abbiamo sentito le sue vicissitudini, e abbiamo sentito il bisogno di portarle la nostra solidarietà”? Tu sei sicuro che don Gelmini non sia colpevole? E se lo è ti sei fatto compagno di una persona colpevole di peccati orrendi approvando il suo operato. (Io non so se sia colpevole oppure no, non lo giudico, ma non posso neppure dire con certezza che certe cose non le abbia fatte. Dio lo sa!)

4. Come mai dici a don Gelmini, che sei vicino a lui, tu e tutti quelli che ti seguono? E poi, cosa significano le tue parole: “gli alberi si vedono dai frutti?” Può un cattolico romano, che è idolatra, che non ha mai conosciuto Cristo e non è stato mai purificato dai suoi peccati dal sangue di Gesù, fare opere gradite a Dio? Non lo hai così, incoraggiato a continuare nella stessa maniera? Chi gli dirà che dovrà convertirsi dagl'idoli all'Iddio vivente?

5. Come mai ritieni i cattolici romani vicini a te, e questi adorano gli idoli, bestemmiano contro Gesù Cristo quando fanno la loro messa e menano in perdizione milioni e milioni di persone? Non avresti dovuto dirgli, per amore dell'anima sua, che si sarebbe dovuto ravvedere dei suoi peccati e di tutta la sua idolatria, credere nell'evangelo per ricevere la remissione dei peccati? Ma tu, Gilberto Perri, come ritieni che una persona debba ricevere la salvezza? Con le opere? Mediante la fede? (Per molti non è chiara la tua posizione, ed è giusto che si faccia chiarezza, visto che ciò che dici e fai è pubblico).

6. Cosa ne hai fatto di quell'idolo che don Gelmini ti ha regalato (una croce dorata), lui l'ha chiamata “la santissima trinità”? L'hai conservata gelosamente, offendendo così il nostro Signore Gesù Cristo, o l'hai gettata via com'è giusto che sia? (Però se l'hai gettata via ti sei comportato in modo doppio con don Gelmini e non gli farà certo piacere sapere una cosa del genere. Non si può servire a due padroni).

7. Come mai dici a don Gelmini queste parole. “…io non posso dire che i cattolici non sono cristiani, …”? Cosa leggi nelle sacre Scritture? Quando si diventa veramente cristiani? Non è forse scritto che un uomo non può entrare nel regno dei cieli se non è nato di nuovo (Giovanni 3)?

8. Come mai hai dici di aver scelto la linea di non far chiamare la tua comunità evangelica pentecostale, ma solo chiesa cristiana? Forse per unirti ai cattolici come il video dà ad intendere? Hai rinnegato le parole: evangelico, protestante e pentecostale? Quindi, in conseguenza di ciò, dobbiamo pensare che nelle tue dottrine e nelle tue posizioni sei più vicino ai cattolici romani che agli evangelici? (Io non lo so, voglio capire, io e tutti gli evangelici chiedono chiarezza).

9. Come mai parli a don Gelmini dell'amore di Gesù e non insegni e non ti comporti secondo la volontà di Gesù che è scritta nella Bibbia? Non ti ricordi il passo: (1 Giovanni 3:18) “Figliuoletti, non amiamo a parole e con la lingua, ma a fatti e in verità.”? Dopo tutti i cambiamenti che hai fatto, consideri ancora la Bibbia come l'unica autorità e guida per i credenti? Può lo Spirito santo dare ai credenti “rivelazioni” che sono contrarie alle sacre Scritture?

10. Come mai dici a don Gelmini che vi siete tolti ogni preclusione denominazionale? Intendi dire che volete collaborare con tutte le religioni senza tener conto di ciò che dice la Bibbia? Un credente può forse collaborare con tutti? Non è forse scritto: (2 Corinzi 6:15) “E quale armonia fra Cristo e Beliar?” È un ordine di Gesù quella di collaborare con i cattolici romani che sono idolatri e perduti nei loro falli e nel loro peccato? Non credi che stai offendendo la memoria di tanti fratelli in Cristo del passato che essendosi ritirati dalla chiesa cattolica romana sono stati torturati e uccisi?

11. Come mai hai pronunciato queste parole: “…noi vogliamo interpretare lo Spirito di Cristo, … e il suo Spirito è con don Gelmini e con questa comunità, e chi può dire diversamente,”? Se don Gelmini è idolatra e perduto nei suoi peccati ed è nemico di Cristo, come fa lo Spirito di Cristo ad essere con don Gelmini? Ma dove lo prendi il discernimento e la sapienza? (Ebbene, ti dico, che sono molti coloro che dicono “diversamente” di quello che dici tu, che crede che lo Spirito di Cristo non è vicino a don Gelmini, ma sopra don Gelmini pende l'ira di Dio e se non si converte dai suoi peccati, Iddio lo giudicherà prima su questa terra e poi lo getterà nel tormento eterno dello stagno di fuoco e di zolfo).

12. Come mai dici di stimare moltissimo Giovanni Paolo II per quell'apertura grande che ha dato alla cristianità? Quale apertura? Quella dell'ecumenismo? Ma sai cosa intendeva con ecumenismo? (Te lo rammento io, intendeva che tutti dovevano alla fine stare sottomessi al Papa. Questo è l'ecumenismo che professano i cattolici romani, che tutti dovranno essere sottomessi al Papa. Se a te questo non dispiace, a molti dei santi, invece, sì che dispiace) Non ritieni che alcune delle frasi che ti sono uscite dalla bocca siano dei giudizi ingiusti intrisi di disprezzo contro gli evangelici e i pentecostali? (Tra i quali vi sono pure io, e mi sono sentito disprezzato).

13. Come mai ritieni che basta presentarsi solo con la parola “cristiano”? Se i testimoni di Geova si presentassero a te come cristiani allora collaboreresti anche con loro?

14. Come mai hai detto in modo arrogante che hai trasformato il vostro statuto da “chiesa cristiana evangelica” in “chiesa cristiana”? Tu vedi i componenti della tua comunità, come fratelli con pari dignità alla tua o come persone che devono ubbidire a tutto quello che dici e fai? (Ti ho fatto questa domanda, perché mi sei sembrato molto arrogante nelle tue parole, come se tu fossi un capo indiscusso e nessuno della tua comunità potesse opporsi alla tua autorità). Inoltre, hai fatto gridare gloria a Gesù al tuo comando, due volte, per rendere spettacolo davanti a don Gelmini. Ti è sembrato onorevole verso Gesù quella cosa che hai fatto? Ti sembra onorevole far saltare i fratelli al tuo comando, nella tua comunità, durante i culti? Cosa siete allo stadio? Lo fai per provare la fedeltà di coloro che frequentano la tua comunità? E se qualcuno non salta al tuo comando, come lo consideri?

15. Come mai hai aderito e fatto aderire tutta la tua comunità alla   "teologia del dominio" (‘Dominion Theology'), la quale afferma che i Cristiani hanno ricevuto il mandato divino di assumere il dominio del mondo intero (mettendosi a occupare o controllare le istituzioni secolari delle nazioni) in attesa del o per preparare il ritorno di Cristo? Non ritieni che Gesù abbia lasciato detto che il regno di ‘Cesare' è e deve rimanere separato dal ‘Regno di Dio'?

16. Come mai il tuo movimento sociopolitico “PA.C.E.” è in contatto con la Christian Coalition of America, fondata nel 1989 dall'evangelista americano Pat Robertson? Non sai che Pat è a favore della pena di morte? (Infatti nel 1988 quando era uno dei candidati Repubblicani alla presidenza degli Stati Uniti d'America affermò: “Non vedo francamente niente di sbagliato nella pena di morte contro i crimini federali'. Inoltre, questo Pat Robertson agli inizi del 2007, 2 gennaio, disse che mentre era in preghiera Dio gli aveva rivelato che gli Stati Uniti d'America avrebbero subito un attacco terroristico che avrebbe causato un massacro quantificato in milioni di vittime, e questo attacco si sarebbe verificato durante il 2007 dopo il mese di Settembre.). Siccome la profezia di Pat non si è avverata, non pensi che abbia parlato per presunzione e sia stato un falso profeta?

Per ora termino qui, ma sappiate che le cose non stanno come ha detto don Gelmini, cioè che tutte le vie portano allo stesso punto. Gesù ha detto: “Io sono la via, la verità e la vita”, quindi Gesù, che è la Parola di Dio, è l'unica via che dobbiamo seguire per ottenere gloria, onore e immortalità! A Dio sia la gloria in eterno! Amen.


AVVISO A TUTTI COLORO CHE INTENDONO SCRIVERE IN RISPOSTA A QUESTA LETTERA INVIANDO COMMENTI!

Ricordatevi che quando il peccato è pubblico e le falsità sono pubbliche, bisogna usare la riprensione pubblica!

Qualcuno potrebbe sollevare l'obiezione e domandarci:

“Chi vi ha dato l'autorità di riprendere i servitori di Dio?”

Ebbene, anch'io voglio farvi una domanda, e dopo che voi avrete risposto alla mia, allora anch'io risponderò alla vostra domanda:

“Chi è che dà l'autorità ai servitori di Dio di dire tutte le falsità contrarie a ciò che insegna la Bibbia?
Chi è che dà l'autorità a Perri di disprezzare i fratelli evangelici e pentecostali? e tutti quelli che non la pensano come lui? ”

Non saranno tenute in considerazione le mail che:
1. Non sono attinenti all'argomento trattato in questo articolo;
2. Non entrano nel merito della questione;
3. Non contengono un linguaggio consono alla discussione tra fratelli in Cristo e non è ispirato da principi biblici (come ad esempio gl'insulti).

Inoltre, è gradita la firma dei commentatori, come segno distintivo di responsabilità di ciò che si scrive.

Sarà a mia discrezione rispondere alle mail senza firma.

Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda


Compila il modulo e inviaci il tuo commento sull'argomento
Oppure, per lasciare un commento e per leggere gli altri, collegati al blog "La Buona Strada"
Vai ad inizio pagina.