Quand'è che non si fa più parte del Corpo di Cristo?
Può un pastore umano dire ad una persona che non frequenta più la sua comunità (ma che va in un'altra chiesa, però libera), che non fa più parte del corpo di Cristo?

Home > Dottrina > Uomo, peccato, salvezza e giustificazione > Quando non si fa più parte del Corpo di Cristo?

Quand'è che non si fa più parte del Corpo di Cristo? Può un pastore umano dire ad una persona che non frequenta più la sua comunità (ma che va in un'altra chiesa, però libera), che non fa più parte del corpo di Cristo?

Un credente non fa più parte del corpo di Cristo quando apostata dalla fede e rinnega il Signore che lo ha riscattato e santificato con il suo prezioso sangue. In quel caso infatti egli smette di dimorare in Cristo e diventa un ramo secco che ha da essere gettato nel fuoco secondo che è scritto: "Se uno non dimora in me, è gettato via come il tralcio, e si secca; cotesti tralci si raccolgono, si gettano nel fuoco e si bruciano" (Giovanni 15:6).

E' evidente dunque che il fatto di lasciare una Chiesa evangelica per entrare a far parte di un'altra Chiesa evangelica, non significa per nulla che non si appartiene più al corpo di Cristo. Purtroppo però, in alcune denominazioni c'è questo modo perverso di parlare e di ragionare, che se uno cambia comunità, per esempio passa da una comunità pentecostale ad un'altra comunità pentecostale ma che non fa parte della stessa denominazione, ha apostatato dalla fede!!! Quei credenti che parlano così – manifestando per altro uno spirito settario ed anche tanta ignoranza - renderanno conto a Dio per queste loro parole con cui offendono e giudicano altri fratelli che sono ancora nella fede e nella verità che è in Cristo Gesù.

Butindaro Giacinto


Vai ad inizio pagina.