Home > Ai Figli

Leggi anche Una Parola ai padri.

Una Parola ai Figli

Con questa riflessione, su passi della Parola di Dio, intendo portare l'attenzione dei giovani sul rapporto tra figli e genitori, che alcune volte può essere travagliato.

L'Apostolo Paolo scrive:
(Efesini 6:1-3) Figliuoli, ubbidite nel Signore ai vostri genitori, poiché ciò è giusto.
Onora tuo padre e tua madre (è questo il primo comandamento con promessa) affinché ti sia bene e tu abbia lunga vita sulla terra.
(Colossesi 3:20) Figliuoli, ubbidite ai vostri genitori in ogni cosa, poiché questo è accettevole al Signore.
Questo passo, rivolto ai figlioli, dice che bisogna ubbidire nel Signore ai genitori; questo "nel Signore" significa che se i genitori ordinano ad un figlio di rubare, prostituirsi, uccidere o fare altro che sia palesemente contro la volontà di Dio non devono farlo; per le cose, invece, che sono secondo la volontà di Dio bisogna ubbidire. Perchè ubbidire? Perché come conseguenza di questa obbedienza è posto davanti il bene e una lunga vita sulla terra.
Iddio si compiace delle persone umili e i figli devono stare sottomessi ai genitori con umiltà. Se non si riesce a stare soggetti al proprio padre carnale che si può vedere, come si potrà stare sottomessi a Dio, il nostro Padre celeste, che non si può vedere?
I figli devono obbedire ai genitori, cioé non devono essere ribelli, anche quando i genitori non sono presenti e non vedono ciò che viene fatto; loro non vedono, ma il Signore vede ogni cosa e ogni azione che viene compiuta avrà la sua rimunerazione.
Quindi, voi giovani, obbedite ai vostri genitori per far piacere al Signore, e non solo per apparenza; non dite si lo faccio e poi invece non lo fate, come sta scritto nei Vangeli nella parabola dei due figlioli (Matteo 21:28-32).

(Proverbi 1:8) Ascolta, figliuol mio, l'istruzione di tuo padre e non ricusare l'insegnamento di tua madre;
(Proverbi 6:20-24) Figliuol mio, osserva i precetti di tuo padre, e non trascurare gl'insegnamenti di tua madre; tienteli del continuo legati sul cuore e attaccati al collo.
Quando camminerai, ti guideranno; quando giacerai, veglieranno su te; quando ti risveglierai, ragioneranno teco.
Poiché il precetto è una lampada e l'insegnamento una luce, e le correzioni della disciplina son la via della vita, per guardarti dalla donna malvagia dalle parole lusinghevoli della straniera.

Anche nel libro dei Proverbi, che è un libro pieno di sapienza e di massime sulla vita pratica di tutti giorni, sono presenti inviti continui a osservare le istruzioni che la madre e il padre danno ai loro figli.


Una parola di esortazione ai giovani.

Io vi esorto, dunque, a tenere lungi da voi la ribellione, affinché non siate come quelle persone da schivare citati dall'Apostolo Paolo in 2 Timoteo 3:1... "Or sappi questo, che negli ultimi giorni verranno dei tempi difficili; perché gli uomini sarannno egoisti, amanti del denaro, .... , disubbidienti ai genitori, ..."
Inoltre, state attenti a non mettervi con gli infedeli, perché non c'è comunione tra la luce e le tenebre.
Anche se apparentemente gli infedeli si presentano come delle pecore, dentro sono ancora come lupi rapaci; dico 'ancora', perché il Signore può salvarli e dare loro un cuore nuovo.
Santificatevi, non mettendo le vostre membra al servizio del peccato.
(1 Corinzi 6:18) Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l'uomo commetta è fuori del corpo; ma il fornicatore pecca contro il proprio corpo.
(Salmo 73:27) Poiché, ecco, quelli che s'allontanan da te periranno; tu distruggi chiunque, fornicando, ti abbandona.
Quindi, come si legge nel Salmo, Iddio distrugge il corpo del fornicatore.
Fuggite anche ogni impurità della carne, ogni desiderio carnale, combattete contro il peccato ed il Signore vi darà ciò che il vostro cuore desidera.
Non dimenticatevi che i vostri genitori vi amano, anche quando non riescono a manifestare il loro amore per voi come vorreste che si manifestasse. Se vi vietano di fare qualcosa è perché vi amano, e ritengono che per il vostro bene è meglio non fare certe cose.


Io vi supplico, nel nome del Signore Gesù, obbedite nel Signore ai vostri genitori, e Dio ve ne darà la ricompensa.
Giuseppe Piredda
Vai ad inizio pagina.

Elenco dei passi Biblici commentati:

Matteo 21:28-32 (vangelo di Matteo capitolo 21 versetti da 28 a 32);
1 Corinzi 6:18 (prima lettera ai Corinzi capitolo 6 versetto 18);
Efesini 6:1-3 (lettera agli Efesini capitolo 6 versetti da 1 a 3);
Colossesi 3:20 (lettera ai Colossesi capitolo 3 versetto 20);
2 Timoteo 3:1 (seconda lettera a Timoteo capitolo 3 versetto 1);
Proverbi 1:8, 6:20-24 (libro dei Proverbi capitolo 1 versetto 8);
Proverbi 6:20-24 (libro dei Proverbi capitolo 6 versetti da 20 a 24);
Salmo 73:27 (Salmo 73 versetto 27).