Sulla città di Nazareth e sul nazireato

Home > Domande e risposte > Sulla città di Nazareth e sul nazireato

Domanda:

Oggetto: nazaret o nazareo
"... vorrei aver più informazioni sulla questione di nazaret che probabilmente non esisteva al tempo di Gesù e che detto nazireo non significa che veniva da nazeret.
"

Risposta:

La pace di Gesù Cristo sia su di te ..., la prima questione che voglio affrontare è se Nazareth esisteva ai tempi di Gesù oppure no.

Leggiamo nella enciclopedia generale "L'Universale", vol. II, della Garzanti, 2003:

""Nazareth città di Israele, 50.600 abitanti. Risalente all'età del bronzo, è legata soprattutto alla tradizione cristiana (annunciazione di Maria Vergine, infanzia di Gesù). Nel 1263 fu distrutta dal sultano Baibars e rimase in rovina fino a che vi si stabilirono i francescani (1620) facendone un centro religioso.""

Nella Bibbia leggiamo:

[Luca 1:26]
"Al sesto mese l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città di Galilea detta Nazaret ad una vergine fidanzata ad un uomo chiamato Giuseppe della casa di Davide; e il nome della vergine era Maria."

[Matteo 2:22-23]
"Ma udito che in Giudea regnava Archelao invece d'Erode, suo padre, temette d'andar colà; ed essendo stato divinamente avvertito in sogno, si ritirò nelle parti della Galilea, e venne ad abitare in una città detta Nazaret, affinché si adempiesse quello ch'era stato detto dai profeti, ch'egli sarebbe chiamato Nazareno."

L'eventuale problema sorge dal fatto che nell'Antico Testamento della Bibbia non viene citata questa città, e neppure nella storia ci sono citazioni, ma da questo si può dedurre che la città o villaggio non sia esistita?

Il vocabolario, che non ha prospettive religiose, scrive che è esistita e che è stata anche distrutta nel 1263.

La Bibbia proclama che Gesù è nato a Betlemme e che è vissuto a Nazaret. La nascita di Gesù è stata annunciata dall'angelo Gabriele a Maria nella città di Nazaret.

Ora facciamo questo ragionamento, i vangeli che riportano la città di nome Nazaret come città nella quale Gesù è cresciuto, sono stati scritti intorno al primo secolo. Perché gli scrittori dei vangeli, se hanno scritto cose false sapendo che fossero false, hanno usato un nome di una città inesistente in quell'epoca? Se fosse stata inesistente i Giudei di allora e tutti i nemici del vangelo non avrebbero usato una tale falsità per distruggere i ragionamenti di quella "nuova via" che si era da poco creata? E in quel caso ci sarebbero riusciti a screditare il cristianesimo.

Ma ciò non è accaduto perché la città, anche se non aveva nessuna importanza storica in quella regione, esisteva e vi ha vissuto il nostro Signore Gesù Cristo. È una cosa tipica dell'opera del Signore, prima nasce in una mangiatoia, poi va a vivere in una città sconosciuta e poco importante, ma esistente, di nome Nazaret.

Tutta la religione cristiana si basa sulla nascita, la vita, la morte e la risurrezione di Gesù, e ai quei tempi come adesso una tale religione è stata molto combattuta da tutti. Io penso che la città di Nazaret essendo sempre citata nel raccontare la storia di Gesù quando i credenti di allora evangelizzavano, se non fosse esistita avrebbe fatto da intoppo per la evangelizzazione e i nemici della croce l' avrebbero usata per combattere i cristiani gridando alla menzogna. I cristiani inventandosi il nome di una città e poi dargli una importanza notevole nella loro storia avrebbero dimostrato solo di essere folli.

Ma non è stato così, la città di Nazaret è esistita, Gesù vi ha vissuto, poi Egli è morto a Gerusalemme per espiare i nostri peccati e poi è risuscitato il terzo giorno per darci una speranza di salvezza.

I nemici della croce e di Dio devono cercare altri argomenti per distruggere la verità perché non regge la loro tesi contro la città di Nazaret. Se poi aggiungiamo che magari i nemici di Dio credono che l'uomo deriva dalla scimmia miliardi di anni fa, senza avere in mano nessuno straccio di prova storica, non hanno mai ritrovato l'anello mancante, allora mi viene da domandare loro: "Ma come mai pretendete prove innumerevoli a sostegno della esistenza della città di Nazaret e su altre cose della Bibbia e siete creduloni per quanto riguarda la nascita della vita sulla Terra?"

Nella Bibbia sta scritto:

[Proverbi 14:15]
"Lo scemo crede tutto quel che si dice, ma l'uomo prudente bada ai suoi passi."

Mi sembra che i creduloni non siano i cristiani ma bensì costoro che vogliono discendere dalle scimmie.

C'è una parola nella Bibbia che si assomiglia e potrebbe creare confusione, ma non più di tanto.

[Giudici 13:7]
"...ma mi ha detto: Ecco, tu concepirai e partorirai un figliuolo; or dunque non bere vino né bevanda alcoolica, e non mangiare alcun che d'impuro, giacché il fanciullo sarà un Nazireo, consacrato a Dio dal seno di sua madre e fino al giorno della sua morte".

Nazireo stava ad indicare una persona che era stata consacrata in modo particolare a Dio e doveva seguire delle prescrizioni particolari, fra cui quella di non bere vino nè bere alcuna bevanda alcolica.

Poniamoci un quesito, consideriamo per un attimo che Gesù fosse nazireo e non abitante di Nazaret, allora avrebbe dovuto osservare tutte le prescrizioni dei Nazirei.

Sta scritto nella Bibbia:

[Luca 22:17]
E avendo preso un calice, rese grazie e disse: Prendete questo e distribuitelo fra voi; perché io vi dico che oramai non berrò più del frutto della vigna, finché sia venuto il regno di Dio.

Vedi cosa dice Gesù, "non berrò più", quindi aveva bevuto del vino in precedenza, e i nazirei non possono bere né il frutto della vite né alcolici, quindi con certezza possiamo affermare che Gesù non era nazireo. Era però Nazareno, nel senso di abitante di Nazaret.

Spero di essere stato esaustivo nella risposta, anche se nella tua domanda non c'erano molti elementi su cui lavorare; inoltre nessuno mi aveva mai fatto una domanda del genere e mi sono dovuto un attimo fermare a meditare e costruire una risposta che sia logica dal punto di vista umano ma anche biblicamente valida.

... ti saluto con la pace del Signore.

Gesù è morto per rimetterci i nostri peccati, per togliere da noi l'ira di Dio, perché tutti gli uomini sono stati sempre peccatori e Iddio li ha perdonati solo per la sua grazia, non mediante le opere. ... credi tu che il Signore può salvarti dal fuoco dell'inferno? Se lo credi allora confessagli i tuoi peccati nella tua cameretta e credi che i tuoi peccati ti sono lavati per fede mediante la grazia di Dio e non per opere, ed Egli ti purificherà e ti darà un nuovo cuore, tutte le cose vecchie passeranno e diventeranno nuove, e con la bocca confessa Gesù Cristo come tuo Signore e Salvatore. A Lui sia la gloria, l'onore e la lode per sempre.

Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda.


Compila il modulo e inviaci il tuo commento sull'argomento

Vai ad inizio pagina.