Paolo esorta i santi di Filippi a guardarsi dai cani

Home > Domande e risposte > Guardatevi dai cani

Domanda:

Oggetto: Richiesta di chiarimenti in merito al passo di Filippesi 3:2
"Pace, fratello Giuseppe, Qualche giorno fa sono passato dal tuo sito, sentieri antichi, e ho notato l'intervento di alcuni fratelli, i quali ti hanno chiesto di spiegare loro certi concetti /argomenti riguardanti la vita cristiana e/o la dottrina. E ho visto - non solo dalle tue risposte, ma anche dai tuoi interventi che facevi agli studi, quando ancora frequentavate la chiesa di Forlì - che hai una conoscenza notevole e approfondita della Parola di Dio. Ecco, anche io vorrei chiederti dei chiarimenti riguardo a un versetto, che si trova in Filippesi 3:2. Chi sono i"cani" da cui Paolo diceva ai filippesi di guardarsi? C'è un qualche collegamento con ciò che Giuda scriveva nella sua epistola al capitolo 1 versetto 12? Ti ringrazio per il tempo che mi accorderai il Signore ti benedica."


Risposta:

Pace fratello ...,

Leggiamo il passo di Filippesi 3:2:
"Guardatevi dai cani, guardatevi dai cattivi operai, guardatevi da quei della mutilazione;"

Qui l'apostolo Paolo esorta i santi di Filippi a guardarsi, cioè a stare attenti, non solo dai cani, ma anche dai cattivi operai e dai giudei, questi ultimi sono chiamati così per via della circoncisione.
La cosa più importante da comprendere è che tali persone si trovavano all'interno di quella comunità, come ci sono ancora oggi in mezzo alle comunità.

Ora, l'apostolo Pietro scrive:
(2 Pietro 2:22) "E' avvenuto di loro quel che dice con verità il proverbio: Il cane è tornato al suo vomito, e: La troia lavata è tornata a voltolarsi nel fango."

Quindi per cani si possono intendere, oltre naturalmente a tutti gli increduli che sono di fuori, anche coloro che hanno un tempo accettato l'evangelo, ma poi hanno rinnegato Cristo e sono tornati a vivere nel fango, cioè nel peccato come prima.
Ma bada bene, si trovano ancora dentro la chiesa, non hanno abbandonato la chiesa, ma sono rimasti dentro; hanno abbandonato la fede in Cristo nel loro cuore, ma continuano a partecipare alle riunioni di chiesa ed hanno una vita comunitaria apparentemente normale.

Il problema si aggrava enormemente se questi ‘cani' sono proprio i dottori delle comunità, oppure i pastori, perché questi uomini sviati, insegneranno false dottrine e svieranno i credenti dalla fede.
Un uomo sviato che insegnamenti vuoi che dia alla chiesa? Darà degli insegnamenti corrotti!

(2 Pietro 2:1) "Ma sorsero anche falsi profeti fra il popolo, come ci saranno anche fra voi falsi dottori che introdurranno di soppiatto eresie di perdizione, e, rinnegando il Signore che li ha riscattati, si trarranno addosso subita rovina."

Pietro quando parlava di cani che erano tornati al loro vomito si riferiva a quei falsi dottori che un tempo erano veri dottori, infatti dice: ‘RINNEGANDO IL SIGNORE CHE LI HA RISCATTATI', quindi, si tratta di dottori che sono stati riscattati dal sangue di Gesù Cristo, ma arriva un momento nella loro vita che rinnegano Gesù Cristo, ritornano cioè a riprendere quello che avevano rigettato dal momento in cui erano stati rigenerati da Dio, ritornano al loro VOMITO, AL MONDO, per vivere secondo il mondo.
Perché Paolo ed anche Pietro mettono in guardia da tali persone? (anche Giuda)
Perché come dice Pietro, questi falsi dottori iniziano ad introdurre nella chiesa eresie, ed anche eresie di perdizione, le introducono di soppiatto, cioé di nascosto; poni mente, alcune eresie se abbracciate portano alla perdizione coloro che ci credono e le accolgono.

Ecco perché Paolo diceva ai santi di Filippi di stare attenti ai cani, ed anche ai cattivi operai; sì, perché molti si dicono operai dell'opera di Cristo, ma alcuni sono CATTIVI, cioé non fanno le cose che Cristo richiede loro di dover fare, e quello che fanno lo fanno per motivi interessati, per i loro motivi personali.

Da tali persone bisogna guardarsi, cioé non avere comunione, perchè le cattive compagnie corrompono i buoni costumi e un po' di lievito fa lievitare tutta la pasta.

Devo confermarti, purtroppo, che di cani e di cattivi operai nelle chiese e nelle comunità di oggi ce ne sono NON POCHI! Il mio sito è nato anche per mettere in guardia i fratelli dalle false dottrine e imparare a riconoscere i BUONI OPERAI da quelli che CATTIVI. Finora i cattivi operai hanno portato grave danno all'interno della chiesa.

Spero di essere stato chiaro, rimango a tua disposizione per una eventuale ulteriore spiegazione in proposito, o per darti altre risposte, secondo che Dio me ne darà la grazia.

Un caro salutonel Signore.

Tuo fratello in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda

[Sent: December 29, 2009]


Compila il modulo e inviaci il tuo commento sull'argomento

Vai ad inizio pagina.